TELEVISIONE NEMICA MIA !!
di Francesco Diana

I mezzi di comunicazione veicolano  informazioni sugli accadimenti mondani, mettono in relazione le persone tra loro, fanno cultura proponendo modelli da imitare e quindi cercano di darci un’immagine del mondo ma è giunto il momento di relativizzare l’immagine di mondo che questi mezzi di comunicazione ci passano. Dovremmo accostarci a questi mezzi di comunicazione come un uomo che chiede un parere ad un altro uomo, il quale però è consapevole che chi ha di fronte non è un oracolo infallibile in quanto ha una visone non del tutto neutrale e obiettiva della vita ma parziale e mediata da quelle che  sono le sue esperienze, la sua conoscenza, la sua psicologia… Come vedremo in seguito questi mezzi di comunicazione pure  hanno una propria mente che filtra le informazioni, le comunica in un certo modo e non in un altro ed infine le giudica... LEGGI TUTTO

 

 

 
SAGGIO SUL TERRITORIO ABITATIVO
di Francesco Diana

La città è soprattutto una realtà moderna, non che per il passato non ne esistessero però di certo erano molto più piccole e meno urbanizzate di quelle odierne. Per esempio nella ricca Francia del 1700 (seconda potenza economica dopo l’Inghilterra)  dei suoi 26 milioni di abitanti, solo 4 milioni di persone abitavano in città. Di questi, 650.000 erano concentrati a Parigi, mentre Lione, Bordeaux, o Marsiglia non superavano i 100.000 abitanti. Gli altri 22 milioni vivevano e lavoravano nelle campagne.  Del resto le abitazioni di paese o di campagna ottimizzano al meglio la morfologia del territorio che essendo molto ampio di per sé non costringe ad un fitto accentramento di abitanti in poco spazio e  LEGGI TUTTO

 

 

Conferenza su: Cattolicesimo e Politica

 

 

 

 

Cattolicesimo e Politica 2

 

 

 

Sulla difesa-vita di S. Iuliano

 

 

 

 

 

L' assistente sociale (Paola) rivela l'assurdo meccanismo del macello dell' aborto